Parte 21G Safety training (including HF)

Codice: S6

La recente uscita del Regolamento di esecuzione (UE) 2022/201 ha modificato la Parte 21G recependo i principi del Safety Management System. Il Regolamento che entrerà in vigore il 7 marzo 2023 introduce, tra l’altro, la necessità di fare formazione sulla sicurezza (Safety training) a tutto il personale coinvolto nella produzione, prevedendo, per la prima volta, anche l’introduzione dei principi di Human factors in produzione.

Tale “Safety training” che deve essere ritagliato sulla realtà operativa dell’organizzazione, dovrà prevedere, in accordo alla GM 21.A.139 (c)(5)(i) in via di emissione, almeno i seguenti argomenti:

  • Ruoli organizzativi e responsabilità ai fini della “safety”, includendo l’identificazione dei pericoli (hazard identification) e i processi di gestione del rischio (risk management processes), veicolando una positiva cultura della sicurezza (postive safety culture)

  • Obiettivi di sicurezza (safety objectives) e indicatori di performance della sicurezza (safety performance indicators) associati

  • Principi sui fattori umani, includendo le prestazioni umane e le relative limitazioni

  • Normative di contesto

  • Sistema di riporto delle occorrenze (safety reporting system) ed investigazioni (investigations)

  • Rischi per la sicurezza (safety issues)

Tutto il personale interessato alla produzione ed individuato dall’organizzazione deve essere formato su questi argomenti.

Tale Corso è particolarmente consigliato anche per le organizzazioni di produzione certificate in accordo alla UNI EN 9100, che potranno dover recepire i requisiti aggiuntivi per l’SMS da parte dei propri clienti, certificati in accordo alla Parte 21G

La durata del Corso è di 2 giorni.

Tenendo conto delle diverse esigenze operative delle aziende, il corso a distanza può anche essere pianificato su settimane diverse (ad esempio, 1 giorno a settimana per due settimane diverse)